POESIA 205

Conosce,
questa pelle delicata,
anche i segni
dei nastri di seta,
le tracce del gatto
che sfiora le gambe.
Conosce, l’orecchio,
la nota stonata dei pensieri
e le parole chiuse come gioieli
nel buio della bocca.
Avverte, da lontano
il viaggio di carezze vere
che s’incontrano per strada
oppure sulla tavola a Natale.



I commenti sono chiusi.