POESIA 190 “IL SANGUE GIRA”

Forte
come un ruggito
il sangue gira
e la fame e la sete.
Come belva nelle ossa
cerca la sua preda.
Spinge l’innocenza
nella giungla
degli istinti.
Torce in pugno
i capelli.
Piega,padrona
gli spazi del corpo,
schiaccia,fra le costole,
il respiro.
Piccola gabbia
per le ali del cuore,
uccello senza volo.
Corre il pensiero
sulla ruota del criceto
e, nella giostra spenta,
dondola il cavallino bianco.



I commenti sono chiusi.